In questa sezione trovi alcuni suggerimenti derivati dalle mie esperienze in studio e live.
Se vi chiamano per un lavoro in studio, non arrivate mai sprovveduti, meglio esagerare con gli strumenti.......permettendo!
Portate almeno 2 chitarre, possibilmente diverse.
Un'ottima accoppiata potrebbe essere una strato ed una chitarra con floyd rose e 1 o più humbuking.
Con la possibilità di avere il suono Fender e quello Gibson, si ottengono quasi tutte le timbriche.
Le corde.
In studio è assolutamente indispensabile andare con le corde 'fresche' !!
A volte si registra una take e va bene alla prima ( a volte! ), andrà a finire forse su un disco........volete che la chitarra sembri di gomma??
Battute a parte, alcune cose con le corde vecchie diventano difficili da rendere, armonici,arpeggi clean,accordi con corde a vuoto.
Meglio montarle la sera prima,avranno il tempo di assestarsi.
Tenete sempre l'accordatore inserito e ben in vista, non c'è cosa peggiore di suonare scordati e poi è sinonimo di professionalità.
Attenti a quando suonate con strumenti acustici tipo pianoforte,archi e fiati; spesso tendono ad avere l'intonazione (tuning) leggermente più alta dello standard (440 mhz ) e potrebbero esserci problemi di intonazione fra le parti. Controllate con l'accordatore la frequenza del pianoforte e regolatevi di conseguenza.
Plettri: differenti plettri danno differenti timbriche.
Portate sempre plettri di vario tipo, thin,medium e heavy ( io uso extra heavy ).
Quando si registrano delle chitarre acustiche, il plettro giusto potrebbe rendervi la vita più facile!
Per le ritmiche ad accordi, meglio usare un thin o medium, quello heavy potrebbe avere troppo attacco e snaturare il suono della parte da eseguire.
Fate pratica con la lettura musicale e delle sigle, non sempre si trovano accordi 'comodi' e chitarristici.
Tenete sempre un capotasto nella custodia, a volte averlo mi ha evitato di suonare in tonalità 'massacra-dita!!'
Il Metronomo.
Usarlo è fondamentale, vi insegnerà ad andare a tempo.
Quando studiate, regolate sempre a 1/8 la scansione dei battiti, se usate scansioni troppo larghe, potreste avere delle oscillazioni di tempo all'interno di una battuta.
Cantini doppi.
provate a montare due o tre corde di uguale spessore ed intonazione ( meglio le corde sottili tipo si o mi ) ed eseguite parti di frasi o melodie/controcanti suonando le tre corde contemporaneamente.........me lo ha insegnato Greg Walsh,produttore di Tina Turner,Phil Collins,Battisti,Ron,Mango,Grignani ecc.ecc...
Dita 'scivolose'
Se vi trovate in una situazione dove avere le dita più scivolose potrebbe aiutarvi ( slide,legati ecc.), passate la mano sinistra (destra se siete mancini) fra i capelli o sfregate i polpastrelli alla base del naso........provare per credere !
Ascoltare gli altri
Fra le cose che ho imparato da David Rhodes,chitarrista di Peter Gabriel a cui sono stato al fianco nel tour del 1997 con Battiato 'L'imboscata Tour' , c'è sicuramente questa : quando vi trovate con altri musicisti a provare, ascoltate prima di partire a suonare le idee ritmiche degli altri e poi 'incastratevi' fra loro.
E' importante che TUTTI apportino al brano la soluzione ritmico/melodica più idonea e funzionale, tralasciando inutili 'solismi'.
Delay a tempo
Regolate sempre il delay con il tempo (bpm) del brano che state eseguendo, vi potrà esser utile per aggiungere 'ritmicità' alle parti.
Es. 1 - regolate il tempo del delay a 1/8 puntato
Es. 2 - regolate il tempo di un canale a 1/4 e l'altro a 1/8 puntato.......The Edge usa spesso queste soluzioni
Es. 3 - Io tendo ad usare la soluzione 1 per le ritmiche e gli accordi clean e a regolare per i soli il bpm che ribatte 1/4 ( 2/4 se la velocità del brano è oltre 130/140 di metronomo).
Rack
Evitate di avere lunghi cavi di corrente nel rack, i loop di massa potrebbero procurarvi un sacco di ronzii fastidiosi.
Se possibile, accorciate i cavi in modo che abbiano la lunghezza giusta per arrivare alla ciabatta di corrente. Se non volete tagliare, montate all'interno del rack una canalina di plastica ( si trovano in ferramenta ) e dividete i cavi di segnale ( jack ) da quelli di alimentazione, a volte la vicinanza dei cavi di segnale a quelli di alimentazione può produrre noise indesiderati.
Altro accorgimento per evitare i loop di massa : lasciate solo una delle masse collegata alla corrente, solitamente quella del pre o quella del finale; essendo tutti gli effetti collegati a massa fra loro tramite il rack, le viti, i jack , non serve avere troppe masse per i problemi di loop.
Spina alimentazione
Portatevi sempre una spina di corrente a cui avete precedentemente tolto la massa ( la linguetta centrale )
A volte, in situazioni molto 'rumorose' può risolvere un po' il problema.
I cavi
Segnate tutti i cavi, certo è un lavoro lungo e noioso ma vi assicuro che in situazioni di emergenza è assolutamente comodo. Scrivete sui jack ( lo scotch di carta regge abbastanza ) il relativo INPUT \OUTPUT-MIDI IN\OUT\THRU.
Diventerà molto più veloce e sicuro intervenire per cambi o modifiche.
Il Velcro
Usate il velcro per fissare alimentatori,ciabatte di corrente, pedalini ( stomp box ), è veloce da installare e consente modifiche istantanee.
Capotasto silenzioso
Per diminuire l'attrito delle corde e i fastidiosi scricchiolii , potete usare un prodotto a base di grafite e in mancanza di questo, la vecchia matita; grattate un po' di polvere di grafite ed inseritela nei tagli del capotasto, avrà un effetto lubrificante.
Lubrificate le sellette
Lubrificate le parti del ponte soggette ad usura come le sellette, le viti per alzare\abbassare le corde, il ponte usando olio per ingranaggi\macchine da cucire.
Piroli reggi tracolla.
Spesso si svitano e danno instabilità alla nostra chitarra preferita cosa fare?
le soluzioni sono 2 : togliete pirolo e vite ed inserite un paio di pezzetti di stuzzicadenti, precedentemente inbevuti di colla. Lasciate seccare ed avvitate nuovamente vite e pirolo.
In situazione di emergenza, senza stuzzicadenti : tagliate un pezzetto di corda, preferibilmente il mi o il la ( avvolte ) ed inseritelo nel buco della vite, poi avvitate.
Problemi di massa/noise

Il super Guitar Tecnico Bob Bradshaw, ideatore dei rack più famosi del mondo, consiglia di togliere le masse dai cavi (sia audio che midi) in modo da annullare totalmente ogni rischio di loop di massa........provate ! potreste dover mettere in vendita il vostro noise gate !
Frequenze mancanti

Stare bassi con i master (riduzione rumore di fondo) ed andare in sottrazione di frequenze anzichè alzare quelle che mancano (l'uovo di Colombo!), è sempre un'altro dei preziosi consigli di Bob Bradshaw !